martedì, maggio 31, 2022

Domitilla, il nuovo progetto a fumetti!





Siamo in una città grandissima, una città alveare dove i complessi residenziali sembra si estendano all'infinito, dove l'aria è meglio non respirarla e le persone vivono, litigano, gioiscono, lavorano e muoiono nei loro appartamenti.

In uno di questi enormi edifici vive una ragazzina di 10 anni con lunghi capelli e pantaloncini corti; è una giovane vivace, creativa, una sognatrice ma... dovrete attendere ancora un pochino per vederla in azione.
Sappiate che sono al lavoro per farvela vedere! 🤩🥳

Il suo nome? Si chiama Domitilla 😎
Qui sopra tutte e tre le pagine dell'introduzione più quella che a tutti gli effetti potrebbe essere una cover. Lo sarà?? Ancora non ne sono sicura, tutto quello che vedrete è un work in progress!
Stay tuned ;)


Storia e disegni di Laura Spianelli
Editing di Mauro Muroni.

sabato, aprile 30, 2022

Stirpe di Pesce a Cassino Fantastica

 


Ciao, buon pomeriggio a voi!! Come state?? :D

Ricordate il premio Lorenzo Bartoli all'interno della manifestazione Cassino Fantastica? Ricordate che la storia Stirpe di Pesce era in lizza come miglior fumetto indipendente?? Ebbene... STIRPE DI PESCE HA VINTOOO!!! 🤩🥳🥳🥳🥳

Ho partecipato poco fa alla diretta della premiazione e sono felice di farvi vedere uno screenshot del momento in cui mi mostravano la bellissima targa realizzata per l'occasione e che riceverò a casa spero prima possibile!!

Grazie, grazie mille alla giuria che ha portato avanti questa premiazione così importante per il fumetto indi ❤️, grazie a voi tutt* che avete votato permettendo così a Stirpe di farsi notare 🤗 e complimenti alle colleghe e ai colleghi che hanno vinto in altre sezioni, come le bravissime Francesca Da Sacco e BARA art&shark.

Sempre W il Fumetto e soprattutto W il Fumetto Indipendente che con fatica e passione riesce ogni volta a stupire ❤️💚🧡 Vi abbraccio con affetto 🥰

mercoledì, aprile 27, 2022

Ritratto con penna Bic

 


Commissione per un regalo 😊

Ho realizzato il ritratto con penna bic nera su carta pergamena formato 21 x 29,7cm e, nemmeno a dirlo, mi sono divertita molto!! Colonna sonora del lavoro?? Le musiche del film Tenacious D 😍😍😍

giovedì, aprile 21, 2022

Novità dagli Abissi - Diario di bordo n.3

 Ciao a tutte e tutti!! Buongiorno :D

Sono contenta di tornare sul canale Telegram e sappiate che ho tantissime novità da raccontarvi! Quindi andiamo con ordine, perché per chi avrà tempo, l'elenco sarà lungo ;) 🦊🦊🦊 Che cos'è l'illustrazione sotto allegata? È la matita di un progetto a cui ho partecipato e che presto vedrà la luce. Si tratta di un'ambientazione parallela al GDR Not The End di Claudio Pustorino, dal titolo Il Sogno Eretico, scritta con infinita passione da Samuel Sammarco e da me illustrata. La guerriera dell'illustrazione esiste e viene tutt'ora giocata dalla mia cara amica Giulia Bazzini... spero quindi di aver realizzato l'illustrazione definitiva all'altezza della sua immaginazione durante le sessioni di gioco!! P.s. matita a cui aggiungo anche l'illustrazione del dettaglio di una maschera ;) 🐝🐝🐝 Il progetto di Domitilla nei Tubi Il mio nuovo progetto a fumetti intitolato Domitilla non si arresta, ma va a rilento a causa del lavoro dei corsi che tengo. Sono in fase di stesura delle scene dopo 2 mesi in cui mi sono dovuta fermare, ma questo non mi demoralizza affatto, anzi! Più faccio esperienze esterne e più mi vengono idee, input, spunti e come una piccola ape operaia, non mi fermo. Vi chiedo di portare ancora pazienza prima di vedere del materiale in merito!! Materiale che comunque arriverà!! 🥳 👩‍🎓👩‍🎓👩‍🎓 Corso online di Sceneggiatura presso la Lucca Manga School
Sono riuscita a terminare (questa volta come alunna XD ) il corso online di Sceneggiatura 1 presso la scuola Lucca Manga School. La mia insegnante, Elena Vitagliano, ha saputo scrostare bene la mia conoscenza di sceneggiatura da troppo tempo sedimentata e mai smossa, rimettendo il discussione ciò che conoscevo, dandomi delle sonore raddrizzate e lasciandomi curiosa di apprendere ancora e ancora. Perché è questo il Fumetto: un linguaggio meraviglioso in continuo cambiamento e sempre da sperimentare. Nemmeno a dirlo, tutto ciò che ho imparato cercherò di metterlo nelle mie storie a fumetti future. È stato un corso molto tosto, ma sono felicissima di averlo frequentato!! (P.s. grazie Francesca di avermelo suggerito!! =) ) 🦄🦄🦄 Che cosa sto imparando? La banalità delle banalità XD , ovvero che più si cerca apprendere e più saltano agli occhi le lacune e i tantissimi argomenti che ancora si devono studiare! La bellezza della conoscenza mi elettrizza e mi rende positiva anche quando il tempo è poco, anche quando si incontrano persone antipatiche che sanno solo demolire, anche quando il lavoro ti porta ad avere a che fare con gente che mai frequenteresti... e anche quando la burocrazia ti sommerge fino a farti boccheggiare! Ognuno di noi ha una buona scorta di energia dentro, si deve solo capire come sbloccarla volta per volta 💖 Concludo questo posto lungo con un abbraccio e vi ringrazio di seguire sempre il mio blog, vi ringrazio del calore che dimostrate e... nulla, W l'Amore!! A presto!! 🤩💙😘




lunedì, marzo 07, 2022

Recensione: Dai Dark di Q-Hayashida

 DAI DARK

Scritto e illustrato da Q-Hayashida

Illustrazioni: matita su carta, colorazione digitale

Volume in bianco e nero, 212 pagine

Edizioni Panini Planet Manga

Costo del volume1: 7,50Euro 

Genere: dark fantasy, fantascienza.


-Non mi uccidi?

-Mh? No.

-E perché? Le mie ossa avvererebbero tutti i tuoi desideri.

-È vero. Peccato che io non abbia alcun desiderio da realizzare. Voglio dire… Ho una forza incontrastabile, capacità infinite, un aspetto che chiunque mi invidierebbe! Una mente che trabocca sapienza! Inoltre sono immortale (forse) e divertente!!!


Immaginate una lettura pazza con tanti personaggi pazzi al suo interno. E immaginate che questi personaggi pazzi vaghino per un Universo oscuro, grottesco spietato il cui colore predominante è il nero, tutti alla ricerca di una felicità così difficile da trovare eppure così alla portata di mano.

Fatto? Avete immaginato?

Ecco, questo è Dai Dark. O almeno, questo è il pezzetto iniziale di Dai Dark di Q-Hayashida a cui seguiranno avventure, personaggi e situazioni che vi legheranno alla storia e senza che ve ne rendiate conto. Insomma, io sono vegetariana, ma vorrei provare tantissimo un Panspapolp, ovvero un panino agli spaghetti con polpette di carne!


In un'ambientazione futuribile (a mio avviso) molto vicina a quella che potrebbe diventare la nostra realtà a breve, vive Zaha Sanko, un giovane ragazzo di soli 14 anni con una caratteristica davvero unica in tutto l’Universo: le sue ossa sono magiche e chi le possiede può esaudire qualsiasi desiderio. Qualsiasi.

In una situazione chiaramente (per lui) sfigata come questa, tutti conoscono il suo potere, viene riconosciuto a vista e tutti cercano quindi di ucciderlo, desiderosi di possedere le sue ossa. 

Ad aiutarlo in questa assurda e macabra fuga, il suo fedele amico Abakian, robot umanoide dalle fattezze di scheletro che si trasforma in Bagaglio Oscuro, ovvero un comodo zaino che Zaha porta sempre sulle spalle. Ma il protagonista non conta solo su Abakian, in questa sua quotidiana lotta ci sono anche artefatti “magici” unici e fortissimi, come: la pelle oscura e la scure di carne oscura.

Tutto oscuro, insomma.

La prima è un singolare rivestimento nero capace di adattarsi alle fattezze di Zaha oltre che di proteggerlo dagli attacchi di nemici, dalla circostanze avverse come freddo polare o assenza di gravità. Il secondo oggetto è un’accetta che letteralmente liquefa la carne dei nemici… Che trovata, santo cielo!! XD


Q Hayashida, autrice conosciuta in tutto il mondo per il suo Dorohedoro, non delude per la follia lucida con cui racconta le storie. Dai Dark infatti è un universo grottesco e per nulla epico, i cui cattivi, bene o male tutti mediocri idioti alla ricerca di chissà quale grandezza e potere, tengono le redini di imperi piccoli, circoscritti e mediocri come loro. 

Anche l’Universo da l’idea di un qualcosa di piccolo, di conosciuto e ormai incapace di stupire. Quando il protagonista viaggia nell’Universo non prova stupore dinanzi alla grandezza di quest’ultimo, all’immensità delle nebulose, la profondità dei buchi neri. Insomma, siamo distanti anni luce dalla figura di Fetonte che basito e orripilato guida il carro del Sole. Zaha Sanko conosce i segreti dei buchi neri, vola col suo bagaglio oscuro  in vignette piccole, soffocanti, nere. Non ci sono stelle infuocate all’orizzonte o incredibili pianeti gassosi con vortici e bufere come accade su Giove. Tutto è nero, piatto, piccolo e povero.

E ovviamente, scordatevi le astronavi modi Star Trek o gli androidi robot alla Wall-E: qui tutto è sporco, sudicio, logoro, mediocre. Scusate la ripetizione dell'aggettivo: qui è tutto piccolo.

Come sono piccoli anche i personaggi cosiddetti importanti della storia, per esempio la divinità della morte che, a tutti gli effetti, infastidisce col suo aspetto, i suoi denti aguzzi rimangono impressi, ma assomiglia terribilmente a un senza tetto delle metropoli del mondo.


Per tante cose Dai Dark mi ha ricordato il fumetto La Terra dei Figli di Gipi, ovvero “eroiche avventure” in quella che è poco più di una laguna popolata di straccioni.


I disegni di Q-Hayashida sono perfetti per ciò che deve raccontare: fiabeschi e opprimenti, cupi, sempre a ricordare la claustrofobia mista alla cialtronaggine. Il volume scorre via veloce ed è divertente con le sue battute grottesche e le pagine piene di dark humor.


Perso lo stupore, persa la fiducia nella Storia e nelle Eroiche Gesta, quello che resta è una realtà piccola popolata di piccoli personaggi affaccendati nella ricerca di una felicità che sarebbe così facile da raggiungere se solo fossero capaci di aprirsi agli altri. Se solo fossero capaci di un briciolo di altruismo.


E terminata la recensione, ora sono curiosa di sapere da voi in ascolto: chi l’ha letto? Che cosa ne pensate?

Buon proseguimento e alla prossima! :D




Recensione "Sono ancora Vivo", di Roberto Saviano

SONO ANCORA VIVO

di Roberto Saviano

disegni: Asaf Hanuka

Supervisione: Michele Foschini

Volume a colori, 136 pagine

Bao Edizioni

Costo del volume: 18Euro 


Qui è narrata una resistenza portata avanti con la sola artiglieria della parola e attraverso il perimetro del proprio corpo, comprendendo che, da qualsiasi lotta, si impara una e una sola regola: non è vero che dalla battaglia o tornerai vivo o non tornerai affatto. Nel caso di un ritorno, tornerai ferito. 

Quella che state per leggere è la mia ferita.


Io voglio bene a Saviano.

Un affetto maturato non dalla frequentazione, perché purtroppo non ho mai avuto occasione di conoscerlo, ma piuttosto dal rispetto per un uomo che con il suo operato ogni giorno ci aiuta a fare un piccolo passetto in avanti. E per aiutare tutti noi con quel passetto, sta dando tanto in cambio. La consapevolezza della sua situazione deve essere schiacciante.

A me basta scorrere i social per dimenticarmi temporaneamente delle sue denunce, per far riposare il cervello da tante brutture… ma lui, come fa?


Ed il suo fumetto è proprio questo, una riflessione forte e profonda, aiutata dalle immagini, di ciò che sta ancora passando dopo l’uscita del suo libro Gomorra e dopo l’incontro a Casal di Principe. Un incontro in cui non si limitò a presentare il volume, ma additò i delinquenti presenti all’incontro e seduti fra il pubblico. Questo gesto lo condannò definitivamente a non avere più una vita propria.


La narrazione di tutto il fumetto è fortissima, le didascalie sono brevi, incisive e tagliano come il rasoio, in perfetto stile Saviano. Butta in faccia al lettore la sua quotidianità in cui sente sulla pelle i pareri di tante persone (e qui prendo dal fumetto): da quelle che lo credono un supereroe che lotta contro il male, a chi lo vede come un intellettuale, uno scrittore; c’è chi immagina abbia un attico a Manhattan fino a chi, invece, lo vede come un uomo in malafede, un buonista da zittire.

Nei suoi viaggi lui legge, si informa, scopre, rassicura i familiari che sta bene… e continua ad andare avanti.


A dare forma alle parole di Saviano c’è la meravigliosa mano di Asaf Hanuka, fumettista e illustratore israeliano, classe 1974. Il suo tratto morbido e fresco, i colori eleganti che mai intralciano o vogliono prendere la scena rispetto alla narrazione, lo fanno diventare un partner perfetto per il volume, che può contare proprio sul disegno per meglio enfatizzare gli eventi.  

Hanuka riesce a dare il meglio di sé in qualunque situazione: sia nelle ambientazioni che nelle scene di dialogo, sia nelle movimentate scene d’azione, così reali quando si tratta di sparatorie, che nelle tavole astratte in cui sottolinea perfettamente l’umore dello scrittore.


Sono ancora Vivo è un fumetto davvero unico, una lettura veloce e fortissima che vi lascerà dentro la consapevolezza che, sì, la penna può essere davvero più affilata di una spada.


Buona lettura e a presto!!





mercoledì, dicembre 22, 2021

Novità dagli Abissi - diario di bordo n.2

 Ciao, buongiorno!! Come state? 😊

L'avvicinarsi del Natale lo si intuisce dalla frenesia nell'aria, dai progetti, dalla ricerca dei regali... in generale dalla fretta che ci contraddistingue! E anche io sono caduta in questo vortice XD Ma andiamo con ordine!!
🐹🐹🐹Che cosa ho fatto in quest'ultimo periodo?? Ho portato a termine diverse commissioni private disegnate che sono andate sotto gli alberi di Natale di tre famiglie. Una la devo ancora portare a termine perché la consegna avverrà dopo le festività. Mi sono impegnata a finire in tempi molto utili le matite delle pagine a fumetti per un giornalino della Chiesa e prima o poi vi farò vedere qualcosa di questi lavori. Ho preparato anche dei biglietti di auguri di tre compleanni, molto divertente perché conosco i/le festeggiat* insomma, ho cercato di disegnare più possibile, compatibilmente con le lezioni da preparare!! E qui, scusate, ma faccio ancora una riflessione sul grande argomento che è l'insegnamento. Portare avanti dei corsi di fumetto e disegno non è per nulla facile 😊 Perché non è facile creare dei contenuti per delle menti curiose. E ogni età ha il proprio modo di apprendere oltre che la propria specifica curiosità, bisogna capire come stimolarla. Insomma, un nuovo mondo che prende molto tempo (di cui sento molto la responsabilità, specie per i più piccoli), ma capace di offrire anche tanto a livello di emozioni 💙
🦋🦋🦋 Stirpe di Pesce nel Mondo Ricordate che vi avevo parlato della presentazione del progetto di Stirpe di Pesce alla casa editrice francese Les Humanoïdes Associés? Ecco, mi è arrivata risposta, ma non è stato preso 😉 Molto gentilmente mi hanno scritto che non rispettava i requisiti della casa editrice. Quindi nulla, scartata questa opportunità me ne creerò delle altre anche perché il Pitch di presentazione è qui sul mio Pc ed è in inglese, non devo fare altro che prendere del tempo per cercare realtà che possano trovare interessante il progetto. E so che ce ne sono tantissime!! 😃
👉👉👉Cosa sto imparando?? Che ci si deve rimboccare le maniche senza mai scoraggiarsi, perché la vita è troppo breve e troppo bella per essere vissuta con delle paranoie. Come giustamente diceva Albus Silente: " La felicità si può trovare anche negli attimi più tenebrosi, se solo uno si ricorda... di accendere la luce!"
Auguro a tutt* voi Buone Feste, nella speranza che le passiate meglio possibile e ci risentiamo presto!! 😃 W l'Amore, sempre! 💙💙💙
***Novità dagli Abissi*** Con una cadenza completamente casuale come è nel mio stile, vi aggiornerò delle mie novità in ambito lavorativo e creativo. ☕️☕️☕️In caso vi facesse piacere, tengo anche una pagina Fb dedicata al Fumetto e alle recensioni di nome Il Caffè del Fumetto. 🐼Per informazioni e contatti lavorativi scrivete qui in pagina oppure andate al sito👉👉👉 www.lauraspianelli.com 🐳Se volete acquistare il fumetto di Stirpe di Pesce, seguite il link👉👉👉 https://studiomostarda.company.site/
A presto e un grande abbraccio virtuale :D